Ex campione di pugilato e vincitore dell’Isola dei Famosi, Giacobbe Fragomeni si è confessato nel salotto di Verissimo. A Silvia Toffanin ha raccontato la sua vita piena di tormenti, caratterizzata da un padre violento e alcolizzato, contraddistinta dal consumo di droghe e persino da un tentativo di suicidio.

Una dura infanzia 

Sin da ragazzo Giacobbe si è ritrovato ad affrontare un padre violento, che si ubriacava e faceva del male alla madre. Ed è proprio quell’esistenza tanto dura, segnata da ansie e timori continui, a spingere Fragomeni a cedere al fascino della droga: ‹‹Ho iniziato con le canne, per poi passare a qualcosa di più pesante. Le ho provate proprio tutte per cercare di sopravvivere a quella frustrazione››, ha spiegato, confidando che sua sorella tossicodipendente è morta tempo fa proprio per overdose.

La svolta 

Ma la svolta arriva quando Giacobbe decide di assumere un potente acido: ‹‹Assunsi un acido che mi fece davvero male e quindi ho tentato il suicidio. Mi chiedevo cosa stessi a fare al mondo e pensavo alla mia vita schifosa. Ma poco dopo il pensiero è volato a mia mamma. A quante ne aveva dovute passare nella vita e al fatto che non volevo soffrisse ancora per causa mia››, ha ammesso non senza una punta di commozione.

La rinascita 

Con la ricerca di un lavoro prima e lo sport dopo, Giacobbe è comunque riuscito a voltare pagina divenendo persino Campione del Mondo dei pesi massimi leggeri. Ora è padre di una famiglia e al suo fianco c’è una moglie che lo sostiene in tutto e per tutto. E poi, chiaro, c’è anche la vittoria dell’Isola 11 che gli ha senz’altro portato notorietà e anche una certa tranquillità finanziaria. L’incubo è ora parte di un’altra epoca.

Flora Giuntini